Ortodonzia

ortodonzia e chirurgia

Creare le migliori relazioni occlusali possibili facendo i conti con l’estetica facciale riarmonizzando la dentatura e permettere che tutto ciò sia mantenuto nel tempo…

ORTODONZIA INTERCETTIVA
Si effettua nell’età dai 4-9 anni per prevenire eventuali problemi scheletrici che possono essere presenti come il palato ogivale, il prognatismo mandibolare, la protrusione mascellare… o per correggere abitudini viziate come il succhiamento del pollice, l’interposizione della lingua, o ancora per risolvere i cross bite… e creare il giusto spazio per accogliere tutta la dentizione definitiva.

AFFOLLAMENTO DENTALE
E’ così definita la condizione in cui i denti, di solito gli anteriori, per mancanza di spazio, non occupano le posizioni ideali di allineamento, apparendo dislocati e/o sovrapposti.
Una parte delle malocclusioni con affollamento dentale è dovuta ad una contrazione delle ossa mascellari per motivi scheletrici o funzionali; anche la perdita precoce dei denti da latte favorisce un affollamento dentale.
Regolari visite dal dentista a partire dai 5-6 anni riducono notevolmente l’ affollamento dentale nella dentizione permanente.

PALATO OGIVALE

Alterazione di sviluppo del mascellare superiore caratterizzato da una riduzione dei diametri trasversi ed antero-posteriori. Le cause possono essere intrinseche o estrinseche. Quelle intrinseche sono: adenoidi, polipi nasali, alterazioni della deglutizione, respirazione orale, macroglossia, setto nasale deviato. Le  cause estrinseche sono: abitudini viziate tipo suzione del ciuccio o biberon fino all’età scolare, suzione del pollice…

CROSS BITE
Il crossbite è una malocclusione per cui l’arcata mascellare o superiore è più stretta dell’arcata mandibolare o inferiore e la relazione occlusale che esiste tra le due arcate risulta invertita.
Immaginiamo la nostra bocca come una scatola con il suo coperchio: nel cross bite il coperchio poggia all’interno della sua scatola!
Può riguardare tutta l’arcata, un’emiarcata un gruppo di denti o un singolo dente.
È una condizione che va trattata in quanto altra la funzione masticatoria.

SPAZI TRA I DENTI O DIASTEMI
Gli spazi tra i denti vengono chiamati “diastemi”. Sono provocati da una discrepanza tra la dimensione dei denti (troppo piccoli) e la dimensione delle basi ossee (troppo grandi) dovuta a fattori ereditari.
Altre cause possono essere la perdita di elementi dentali, oppure l’ agenesia (mancanza del germe del dente).

DENTI SUPERIORI SPORGENTI
Detto anche malocclusione di II classe. Si verifica quando il mascellare superiore si sviluppa troppo rispetto all’inferiore o la mandibola ha un ostacolo che non le permette di crescere e rimane arretrata.
Perciò gli incisivi superiori sono sporgenti e sono facilmente soggetti a trauma.
Questo tipo di malocclusione è molto frequente, e abitudini viziate quali il succhiamento del dito, la deglutizione atipica (con la lingua tra gli incisivi anziché sul palato) sono i fattori aggravanti più frequenti.

DENTI INFERIORI SPORGENTI o PROGNATISMO MANDIBOLARE
Detto anche malocclusione di III classe.
È dovuto ad un mascellare superiore poco sviluppato, oppure ad una mandibola che cresce troppo rispetto al mascellare superiore.
È una condizione che deve essere trattata molto precocemente già intorno all’età di 4 anni.

LIMITI DELL’ORTODONZIA
Esistono limiti d’età per sottoporsi ad un trattamento ortodontico? L’età adulta non rappresenta una controindicazione, è importante però che i tessuti parodontali siano sani. Nell’adulto l’Ortodonzia riveste un ruolo decisamente importante nel corso di riabilitazioni protesiche e implantari.

ORTODONZIA INVISIBILE
Una valida alternativa all’ortodonzia tradizionale, per tutti coloro che necessitano di un trattamento altamente estetico, per coloro che non vogliono far notare che portano l’apparecchio ai denti! Effettuata con mascherine mobili, comode da indossare e realizzate con polimeri che le rendono del tutto trasparenti, per cui una volta applicate sulla dentatura, dall’esterno è quasi impossibile notarle!